Cerca nel Sito

First cisl - Emilia romagna
www.firster.it
Lunedì 09 Novembre 2015 16:04

fibaer 10 nov 2015

 
BCC, nasce Credito Cooperativo Romagnolo
Lunedì 09 Novembre 2015 08:11
BCCCCR
Ieri le assemblee dei soci di Banca di Cesena BCC Gatteo hanno deliberato la seconda fusione in Romagna,  l'altra è quella che ha dato vita a Rimini Banca (Banca di Rimini con BCC ValmRecchia). Il via libera dei soci è avvenuto qualche giorno dopo l'approvazione unanime dei dipendenti dell'accordo sindacale di fusione, che è stato presentato dai sindacati lo scorso 5 novembre. Nell'occasione la relazione è stata tenuta da Marco Amadori, segretario regionale della First/Cisl il sindacato maggiormente rappresentativo, che ha illustrato i punti dell'intesa sindacale: incentivi per chi ha i requisiti pensionistici e per chi è in procinto di maturarli, aumento del numero dei part time tramite ampliamento dell'orario di apertura degli sportelli, diritto di priorità nelle assunzioni per chi ha già effettuato periodi di lavoro a tempo determinato e superamento del limite dei 36 mesi, riconoscimento della indennità di mobilità, versamento integrativo aziendale nel fondo pensione.
I sindacati delle BCC dell'Emilia-Romagna hanno dimostrato, ancora una volta, che è possibile coniugare le tutele per i propri iscritti con i cambiamenti in arrivo dovuti alla cosiddetta Autoriforma delle BCC.
 
 
Cisl parte civile contro la 'ndrangheta
Venerdì 06 Novembre 2015 08:09

2446177387

"La Cisl, insieme agli altri sindacati, è stata ammessa alla costituzione di parte civile per tutti i capi di imputazione nel processo Aemilia, fatto non scontato" (vedi ns. articolo 29 ott e 25 sett).
Con queste parole Giorgio Graziani, segretario generale della Cisl Emilia-Romagna, ha commentato la decisione del Tribunale bolognese, il quale ha in tal modo riconosciuto che anche i lavoratori e chi li rappresenta sono stati danneggiati dalle attività criminali della 'ndrangheta nella nostra regione.

Questo è uno stimolo per i dipendenti del credito nel continuare ad applicare rigorosamente la normativa "anti-riciclaggio" e ci auguriamo che anche la banche predispongano tutte le attività formative ed organizzative utili in tal senso.

 

 
E se lo dice anche un premio Nobel…
Giovedì 05 Novembre 2015 08:15

191 a

1

scarica e leggi il FIRST Emilia-Romagna INFORMA n. 91

 

 
Congedi parentali a ore: è possibile!
Mercoledì 04 Novembre 2015 08:58

 download

È possibile utilizzare i congedi parentali a ore anche nel prossimo anno ed in quelli successivi pur in assenza di un accordo sindacale in materia applicando le disposizioni di legge. Questo è quanto prevede il D.Igs. numero 148/2015 ed è una notizia positiva perchè consente di superare le difficoltà che si sarebbero potute incontrare in fase di contrattazione aziendale.
Il precedente D.lgs. 80/2015, in applicazione del cosiddetto Jobs Act, ha esteso fino a 12 anni del bambino, non più 8, il periodo in cui utilizzare i congedi, che sono indennizzabili fino ai 6 anni, prima era 3.
Quindi i lavoratori che intendono usufruire del congedo parentale possono farlo in misura pari alla metà dell'orario giornaliero e dandone comunicazione all'azienda almeno due giorni prima, avendo comunque precedentemente presentato apposita richiesta all'Inps (leggi circ. 152 del 18 agosto).
Qui si può consultare la guida della First/Cisl "FattORE tempo" e comunque ci si può rivolgere alle sedi del patronato Inas presso le Cisl territoriali.
 
 
Tetto sul contante, il Governo scorda i Money Transfer
Martedì 03 Novembre 2015 08:06

In Italia ben l'83% delle transazioni è fatto in contante, contro la media europea del 65%; inoltre il nostro è il Paese con una delle evasioni fiscali e contributive più elevate, che si stima sia di circa 300 miliardi all'anno.

In questa situazione critica si inserisce la volontà del Governo di alzare il "tetto per le transazioni in contante" a 3 mila euro dagli attuali mille, attraverso una norma della Legge di Stabilità in discussione in questi giorni in Parlamento.

Provvedimento improvvido e sbagliato, considerato anche il pericolo di riciclaggio del denaro da parte delle mafie e dei terroristi: proprio in questi giorni si è aperto a Bologna il processo Aemilia (vedi ns articolo 29 ottobre).

196
Sembra, però, che il Governo si sia accorto almeno di un errore: ha ricompreso nel tetto anche le agenzie di "Money Transfer", che solo in Italia nelle loro 34 mila agenzie girano tra i 6 e gli 8 miliardi di euro ogni anno.

Poiché nel primo semestre di quest'anno la Guardia di Finanza ha comminato 1.172 sanzioni all'interno di una indagine che ha coinvolto diverse agenzie di trasferimento denaro, ci auguriamo che si ponga rimedio almeno a questo "tetto".

Comunque come First e Cisl non smetteremo di sollecitare il Governo affinché abbassi il tetto a 500 euro e favorisca minori costi all'uso della carta elettronica (vedi articolo allegato): è con i fatti che si combatte l'evasione ed il riciclaggio.

leggi l'articolo:
197

 

 
Record sofferenze e bad bank di sistema
Lunedì 02 Novembre 2015 06:12

badbankL'ultimo outlook dell'ABI conferma, purtroppo, la situazione statica del settore del credito in Italia.
La raccolta bancaria a settembre era di 1.681 miliardi di euro, segnando un + 11% rispetto all'inizio della crisi, fine 2007, quando l'ammontare della provvista era circa 1.513 miliardi di euro.
I prestiti, sempre a settembre 2015, stagnano a 1.825 miliardi di euro, stabili rispetto ad un anno prima (+ 0,3%) ed in aumento sul 2007 (1.673 miliardi euro): ma + 9% in quasi 8 anni, non sono neppure un flebile 1% annuo. Da segnalare che negli ultimi due anni, settembre 2015 su settembre 2013, l'andamento è stato negativo: meno 1,9%.
Sul lato delle sofferenze lorde si è registrato ad agosto l'ennesimo nuovo record con 198 miliardi di euro, + 14,5% anno su anno.

b1f0a1c4-af5d-4c75-a7d1-d388b4d6d174

La First/Cisl ritiene che solo il "veicolo" della Bad Bank possa rilanciare con forza i prestiti bancari e sarebbe ora che il Governo agisse in tal senso, usando la stessa energia con cui è intervenuto nella riforma delle Banche Popolari e nel limite dei 3mila euro sulle movimentazione del contante!

 

 
Banche ed economia, serve una nuova cultura d'impresa
Venerdì 30 Ottobre 2015 08:08

Nell'affollato seminario annuale organizzato dalla First/Cisl Emilia-Romagna, tra i vari interventi il dott. Trimarchi, direttore della Banca d'Italia di Bologna, ha affermato che per un buon governo delle banche e delle aziende in genere non è sufficiente una buona gestione tecnica, ma occorre anche una “sana cultura d’impresa”. Mons. Toso, vescovo di Faenza, ha ribadito con forza che la politica deve riprendere il primato sull’economia nell’interesse della persona, come espresso nella Caritas in veritate e nella Laudato sì. Gallo, direttore del Centro Studi Cisl, ha indicato nella Bad Bank lo strumento che può scaricare le sofferenze dai bilanci delle banche per concedere nuovi prestiti alle imprese ed alle famiglie.

fibaer30ottobre

La First/Cisl è consapevole che oltre all’attività quotidiana di negoziazione nelle banche ed assicurazioni, occorre promuovere un #nuovomodellodibanca e di assicu-razione, peraltro anche il recente premio nobel per l’economia, il professor Angus Deaton, ha dichiaratonel corso della sua prima conferenza stampa che “l’economia deve rispondere ai bisogni della gente”.


guarda il servizio TV TRC Bologna
tg-bologna


 

 
La Cisl parte civile contro la mafia
Giovedì 29 Ottobre 2015 08:13

la giustizia 1

Anche la Cisl Emilia-Romagna si è presentata al maxi-processo Aemilia apertosi ieri a Bologna, per costituirsi come parte civile contro gli accusati di 'ndrangheta (vedi ns articolo 25 settembre). 
Il processo coinvolge oltre 200 imputati che sono accusati di associazione a delinquere di stampo mafioso (416 bis), estorsioni, minacce, usura, intestazione fittizia dei beni, falso in bilancio, turbativa d’asta fino alla corruzione elettorale. 
Politici, imprenditori, professionisti e prestanome fanno parte, secondo l'accusa, di una vasta e profonda organizzazoone criminale che si è infiltrata nel nostro tessuto economico e sociale.
La First/Cisl sostiene i lavoratori di banca nell'applicare rigorosamente la normativa cosiddetta anti-riciclaggio, perché svolgendo il nostro dovere civico di cittadini possiamo contribuire a combattere il sistema mafioso.


 
Unicredit, pressioni in-tollerabili
Mercoledì 28 Ottobre 2015 06:22

pressioni

I sindacati alzano il dito contro Unicredit per le pressioni commerciali sui dipendenti, che raggiungono livelli non più tollerabili e violano le norme contrattuali. 
Unicredit sta attuando una politica da "Giano Bifronte": in Europa sottoscrive protocolli sulle vendite sostenibili in ambito CAE, mentre in Italia modifica in modo unilaterale il sistema incentivante accollando ai dipendenti obiettivi irragiungibili.

I sindacati hanno chiesto di essere convocati sull'argomento e ribadiscono che i lavoratori non hanno l'obbligo di raggiungere dei risultati, ma di svolgere una prestazione: questo è quanto prescrivono la legge ed il contratto.

scarica e leggi il comunicato unitario


tratto dal comunicato unitario:

I MILLE E UN BUDGET
IL PENTOLINO* D’ORO
“……C’era una volta un manager che lavorava in una banca grande (e forse non più una grande banca). Egli era “un gran lavoratore” e a luglio la sua Area aveva già superato il budget di tutto l’anno. Un bel giorno di fine agosto il manager venne convocato d’urgenza dal suo capo, il quale gli disse:
- Questa notte mi sono apparsi in sogno gli azionisti e quando mi sono svegliato ho deciso che da qui a fine anno ci sarà un nuovo budget, con nuove regole che non verranno mai pubblicate, nemmeno a portale. Meno i tuoi collaboratori le conosceranno, meglio sarà. Ricorda
inoltre che soprattutto i sindacati non ne dovranno sapere nulla. Quando ti faranno delle
domande dovrai negare che esista un budget e dirai che si tratta di un nuovo sistema di
monitoraggio. Se sarai in grado di fare come ti dico, ti donerò parte del MOL che mi porterai e
che sarà custodito in un “pentolino”.
........segue.......

immagine tratta da:
copy28102015

 

 

www.fibaer.it © 2010 Fiba Emilia-Romagna, Via Amendola, 2 - 40121 BOLOGNA - Avvertenze legali